Calvello Calvello

Il paese della Ceramica
Calvello

Calvello si lascia scoprire pian piano dal colle su cui sorge, adagiato su un fianco del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val D’Agri Lagonegrese, con il suo castello-fortezza a sormontarlo e il Monte Volturino a far da sfondo: un panorama unico che abbraccia la Val Basento e la Val D’Agri, fin quasi al Mar Ionio.

L’etimologia del nome Calvello deriva dal latino caro et vellus, “carne e lana”, chiara indicazione delle tradizionali fonti di sussistenza della popolazione, l’agricoltura e la pastorizia. Oppure, secondo il Racioppi, andrebbe ricondotto al diminutivo di calvus, “luogo raso da alberi e arbusti”.

Cultura e tradizioni

Fervente è la tradizione calvellese legata ai riti e agli eventi religiosi, tra i quali spicca la solennità dedicata a Maria Santissima del Monte Saraceno.
La festa, che richiama molti turisti ed emigrati del paese, si celebra in due momenti: la seconda domenica di maggio e l’8 e il 9 settembre. A maggio, la statua viene portata in processione sulle spalle di nove portatori lungo un percorso di 14 chilometri che sale al Santuario del Sacro Monte Saraceno (1320 m), fra tratti di bosco e strade asfaltate. Qui viene custodita fino al mese di settembre, quando fa ritorno al paese.

Imperdibili sono poi i fucanoj, i caratteristici falò che si accendono nei rioni al passaggio del quadro del santo, la sera prima di ogni processione. Un rito che unisce il sacro al profano.
In paese, inoltre, si mantiene viva una lunga tradizione legata alle arti della ceramica, introdotta nel 1200 dai monaci benedettini. Una testimonianza dell’attaccamento a questa tradizione si perpetua nel gruppo folklorico locale, Li Fainzar, che prendono il nome proprio dagli artigiani della ceramica, detti appunto faenzari.

In località Cacciatizze fa capolino il Museo dell’Energia, che con la sua esposizione e i suoi percorsi didattici permette di conoscere la storia energetica del paese, dall’oro nero alle risorse rinnovabili.

La castagna di Calvello

Impossibile, infine, parlare di Calvello senza ricordarne il prodotto tipico per eccellenza: la castagna, prodotta in gran quantità dai castagneti comunali e protagonista a fine ottobre della “sagra della castagna e dei prodotti del sottobosco”.

Luoghi di interesse
Collegamenti esterni
Fotogallery
http://en.cuorebasilicata.it/wp-content/uploads/2018/11/loghi-fondo-cuorebasilicata.png
Subscribe to Newsletter

Subscribe to our Newsletter if you want to stay up-to-date with CuoreBasilicata initiatives

Sponsored by Comune di Calvello

http://en.cuorebasilicata.it/wp-content/uploads/2019/02/stemma-calvello-comune.jpg

Sponsored by Comune di Marsico Nuovo

http://en.cuorebasilicata.it/wp-content/uploads/2019/02/stemma-marsico-nuovo-comune2.jpg

Sponsored by Comune di Marsicovetere

http://en.cuorebasilicata.it/wp-content/uploads/2019/02/Marsicovetere-Stemma.png

Sponsored by Comune di Moliterno

http://en.cuorebasilicata.it/wp-content/uploads/2019/02/logo-1-Comune-Moliterno.jpg

Sponsored by Comune di Montemurro

http://en.cuorebasilicata.it/wp-content/uploads/2019/02/Montemurro-Stemma.jpg

Sponsored by Comune di Paterno

http://en.cuorebasilicata.it/wp-content/uploads/2019/03/stemma-comune-paterno-ok.png

Sponsored by Comune di Tramutola

http://en.cuorebasilicata.it/wp-content/uploads/2019/02/Tramutola-Stemma2.jpg

Follow Us on Social Media

Follow Us on Social Media

Close

Calvello

Sorry! There are no enabled booking or enquiry forms.